• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram
Consultazione Archivi

Gabriella Salvini Porro, Presidente della Federazione Alzheimer Italia, ringrazia i cittadini abbiatensi, i Commercianti e le istituzioni per l'impegno profuso nella creazione della Comunità Dementia Friendly. Fondamentale il ruolo di Confcommercio Abbiategrasso, che ha coinvolto gli operatori commerciali in percorsi formativi pensati per loro. L’obiettivo? Sensibilizzarli alla conoscenza della malattia e al rapporto con i pazienti ma anche con i famigliari degli stessi.

Carissimi,
“il cammino che Abbiategrasso ha intrapreso nel 2016, quando divenne la prima Dementia Friendly Community italiana, è un racconto fatto di malati, familiari, medici, professionisti, persone comuni e cittadini. È una storia in divenire, un percorso che si aggiorna quotidianamente per dimostrare che rendere dignitosa la vita di chi soffre di Alzheimer si può e si deve fare”.

È con queste parole che la prestigiosa rivista National Geographic Italia descrive nel numero in edicola questo mese tutti voi a cui voglio rivolgermi oggi, a nome della Federazione Alzheimer Italia che sono onorata di presiedere.

Familiari e persone con demenza, commercianti e vigili urbani, medici e professionisti della salute, dipendenti e amministratori del Comune, cittadini tutti. A voi rivolgo il mio sentito e affettuoso grazie di cuore per la collaborazione che avete dimostrato e messo in atto dall’inizio del progetto Dementia Friendly, una collaborazione che prosegue spontanea e instancabile ogni giorno e che anche nell’occasione della realizzazione di questo servizio giornalistico si è palesata quanto mai efficiente ed entusiasta.

Sono convinta che il lavoro che stiamo facendo tutti insieme nella vostra, nella nostra Abbiategrasso - così come nelle altre Comunità Amiche, ma qui con una forza maggiore dovuta, credo, alla responsabilità di essere la prima in Italia - sia davvero utile per rendere concreto e possibile il nostro obiettivo di mettere al centro il malato, rendendo migliore la sua qualità di vita insieme a quella dei suoi cari.

Ascoltare, accogliere, comprendere, coinvolgere le persone con demenza. È così che solitamente descriviamo ciò che fa una Comunità Amica delle Persone con Demenza. E voi sapete farlo, siete disponibili e preparati a farlo.

Il cammino sociale che abbiamo iniziato presenta comunque davanti a sé ancora numerose tappe, per questo spero possiate proseguire, con volontà e interesse, nell’impegno e nella disponibilità ad aiutare le persone con demenza e i loro familiari, per migliorare la vita quotidiana di tutta la comunità.

Da parte mia, assicuro che la Federazione Alzheimer Italia continuerà a mettere a disposizione tutti gli strumenti necessari affinché questo grande sogno di Comunità si possa realizzare, e certo dialogheremo sempre con la buona stampa per documentare e onorare il lavoro di tutti.

Orgogliosa per tutto ciò che stiamo costruendo insieme, vi invio i miei più cari saluti carichi di affetto e di stima.

Arrivederci a presto e, working to become!

Milano, 15 gennaio 2019

18/01/19
Categoria: Associazioni

Tipologia: Dalle associazioni